Pubblicato il Lascia un commento

5 regole per la manutenzione dei pannelli fotovoltaici

5 regole per la manutenzione dei pannelli fotovoltaici

Quali sono le regole da tenere in considerazione per una buona manutenzione del tuo impianto fotovoltaico?

Oggi ti vogliamo parlare delle 5 regole per la manutenzione dei tuoi pannelli fotovoltaici.

Se anche tu hai acquistato da poco un nuovo impianto fotovoltaico e non sai come provvedere alla sua manutenzione, ecco per te 5 consigli che devi tenere a mente per effettuare una corretta manutenzione del tuo impianto fotovoltaico.

Sei pronto?

Cominciamo allora!

Innanzitutto complimenti! Hai scelto di optare per una soluzione come quella dell’installazione di impianto fotovoltaico e quindi sei una perdona attenta al risparmio energetico oltreché sensibile ai tempi di difesa della natura!

Ora però devi provvedere alla pulizia e alla manutenzione del tuo impianto. 

Come fare quindi? 
A questo link abbiamo dato dei consigli pratici su come si pulisce un impianto fotovoltaico.

Ora vediamo insieme quali sono le 5 regole da cui devi partire per una corretta manutenzione.

  1. Monitora costantemente l’efficacia dei tuoi pannelli solari.

    Ricordarti che per fa si che un impianto fotovoltaico funzioni e renda correttamente deve essere sempre monitorato. A volte vista la loro posizione, spesso irraggiungibile, non è possibile ispezionare correttamente il pannello. Ti vengono in aiuto nuovi strumenti che grazie a dispositivi tecnologici con all’interno un software, monitorano la situazione costantemente. Essi verificano anche l’irraggiamento, l’energia prodotta e la giusta temperatura.
    Questo ti aiuta a verificare se ci sono eventuali anomali e a provvedere alla loro messa a punto.

  2. Cerca di effettuare controlli da vivo.

     

    Come abbiamo detto anche sopra la regola più importante da seguire per una corretta manutenzione è ispezionare visivamente lo stato del pannello. Assicuratevi che non ci siano problemi sui moduli o sulla superficie del cristallo. La sporcizia che depositano i volatili ad esempio costituisce un problema per il rendimento del vostro pannello.  Come abbiamo ricordato anche sopra, non sempre è possibile effettuare un’ispezione visuale del pannello. Per ovviare al problema potete utilizzare i dispositivi che vi abbiamo consigliato qui sopra.
  3. Non dimenticare di pulire i pannelli solari.

    La pioggia, la neve, il vento, il fogliamo e gli escrementi degli animali sono una causa frequente di malfunzionamento dell’efficienza dei pannelli fotovoltaici. E’ molto importante quindi provvedere alla loro pulizia periodicamente, diciamo che una volta al mese  è sufficiente per prevenire danni da sporcizia.

    Le foglie meritano una menzione a parte: esse sono infatti la vera causa dell’offuscamento delle celle e quindi dell’inefficienza dell’impianto.

  4. Controlla sempre lo stato della garanzia.

    Quando acquisti un nuovo impianto, ti viene consegnata contestualmente anche la garanzia che di solito copre fino a  10 anni da da difetti di lavorazione e sui materiali.  Controllare sempre il certificato di garanzia fa parte del buon funzionamento del pannello stesso. Grazie al confronto che potete fare delle reali performance rispetto a quanto dichiarato in garanzia così da non avere sorprese.

  5. Rivolgiti sempre a ditte specializzate.

    Il nostro consiglio finale è che almeno una volta all’anno rivolgetevi ad una ditta specializzata o un tecnico professionista che si possa occupare della manutenzione del vostro impianto fotovoltaico. In questo modo avrete risparmiato tempo e denaro in caso di guasti molto più complessi all’intero impianto.

Sei un installatore di impianti fotovoltaici?

Pubblicato il Lascia un commento

Come allontanare definitivamente i piccioni dal tetto

Come allontanare definitivamente i piccioni dal tetto

Per molte persone ogni anno, specie nel periodo primaverile, si presenta il problema della pulizia del tetto e delle grondaie.

Purtroppo il problema dello sporco causato dai piccioni che nidificano sotto i tetti è è duro da debellare.

Non esiste una soluzione definitiva al problema ma nel corso del tempo sono stati studiati diversi stratagemmi che hanno di fatto solo “tamponato” momentaneamente il problema.

Come risolvere il problema deli piccioni sul tetto e nelle nostre grondaie?

Diciamo subito che in questo sito consigliamo SOLO METODI NATURALI E ASSOLUTAMENTE INNOCUI PER I VOLATILI.

In questo articolo vi parleremo di metodi naturali per scacciare i piccioni.

Ci teniamo a dire che purtroppo in passato sono stati usati metodi cruenti per allontanare i piccioni come sostanze chimiche e altre trappole che sono oltreché dannose per i poveri animali anche dannose per l’ambiente.

Come scacciare i piccioni dai tetti?

Per fortuna con il tempo i metodi cruenti sono stati completamente aboliti e soggetti a pene severe. 

Un metodo base che può risolvere in parte l’allontanamento dei piccioni è quello di usare il classico spaventapasseri. I piccioni sono spaventati dai gufi, in particolare dai loro occhi quindi con un po’ di fantasia si potrebbero inserire dei finti occhi alla parte alta delle vostre finestre.

Se volte ricorrere alla costruzione di uno spaventapasseri fai da te invece, ricordatevi che i piccioni odiano i falchi e le aquile quindi costruite il vostro spaventapasseri rendendolo somigliante a questi uccelli.

Un altro metodo per scacciare i piccioni è quello di usare usare degli appositi apparecchi ad ultrasuoni. I piccioni saranno infastiditi dal rumore emesse ed andranno a nidificare altrove.

Unico problema è il risvolto non proprio economico dell’uso dei dissuasori: questi sono infatti apparecchi molto costosi e delicati.

Come scacciare i piccioni quindi in modo economico ed efficace?

Noi di Italgam abbiamo pensato alla soluzione che fa per te!

Il nostro Scovolo è la soluzione definitiva, economica ed efficace al 100% per risolvere definitivamente il problema dei piccioni nel tuo tetto. Tutto questo senza danneggiare in alcun modo i piccoli volatili e nel rispetto totale dell’ambiente.