Pubblicato il Lascia un commento

Pioggia, vento, foglie, grondaie

La bufera temporalesca che imperversa su tutta la Penisola concentra la naturale caduta delle foglie in pochi giorni e a farne le spese sono le nostre grondaie con i discendenti.

 

Bufere, tifoni, mareggiate, esondazioni, sono il terribile bollettino che ormai da giorni ci viene annunciato quotidianamente dai media.

La situazione è quanto mai grave, in alcuni casi addirittura drammatica, come a Venezia e Matera.

 L’innalzamento della laguna ha raggiunto livelli eguagliati in un solo altro caso nella storia della città marinara. Tutto ciò ha procurato danni forse inestimabili, soprattutto quando pensiamo agli archivi del conservatorio Benedetto Marcello di Venezia contenenti manoscritti di grandissima importanza dal punto di vista storico e culturale.

A Matera, città europea della cultura, si è assistito a quello che sembrava un film di fantascienza, con un gigantesco fiume d’acqua e detriti che viaggiava tra le strade della città dei sassi a velocità impressionante, trascinando con sé detriti e speranze.

 I più fortunati hanno a che fare solo con qualche ramo spezzato in giardino, ma con un’enorme massa di foglie e di aghi di pino che in poche ore hanno ricoperto tetti e riempito grondaie e discendenti portandoli velocemente all’occlusione. In questa stagione ci manca solo un’infiltrazione dal tetto di casa e siamo a posto! Anche se la situazione non è propriamente sotto i nostri occhi, dovremmo comunque pensare alle possibili conseguenze che potrebbero derivarne ed agire velocemente.

 Il consiglio è quello di armarsi di buona volontà con scale, galosce ed impermeabili per tentare di disostruire i canali di gronda e i loro discendenti quanto prima possibile, evitando magari di salire direttamente sulle tegole bagnate per non scivolare. Altrimenti contattare una ditta specializzata, sperando che abbia il tempo da dedicarci in considerazione delle innumerevoli chiamate d’urgenza che staranno ricevendo. Con l’occasione, sarebbe oltretutto un’operazione definitiva, quella di alloggiare nei canali ripuliti lo scovolo salvagronde Italgam.

Lo scovolo salvagronde preverrà in futuro questi inconvenienti impedendo di fatto al fogliame di insinuarsi nei canali di gronda, lasciandoli sempre liberi per lo scorrimento veloce delle acque meteoriche.

Qualcuno ci chiede se grandi masse di fogliame possano inficiare il lavoro dello scovolo creando in questo caso addirittura maggiori problematiche. La risposta è come sempre negativa: la presenza di foglie o aghi sul tetto, non può impedire all’acqua di scorrere in pendenza raggiungendo la grondaia a prescindere dalle foglie stesse, anche se tante, e a questo punto, con lo scovolo, trovare il canale libero di accoglierla e farla scorrere verso i pluviali verticali. 

Chiaramente, appena possibile, il tetto andrebbe ripulito dall’eccesso di foglie o di aghi, ma nel frattempo avremo scongiurato il pericolo.

Lo scovolo Italgam, inoltre, riesce anche ad allontanare i piccioni dal tetto impedendo ai fastidiosi volatili di fare il nido nella grondaia. Un ulteriore vantaggio rappresentato da questo prodotto semplice ma estremamente utile.

Pubblicato il Lascia un commento

Qualità o prezzo?

Oggi più che mai è importante scegliere con attenzione i prodotti offerti dal mercato, liberandosi dall’idea del meno caro e puntando invece l’attenzione su tutte quelle caratteristiche di qualità che rendono unico un prodotto.

Hai sempre una scelta e ogni volta che acquisti un prodotto, di fatto, dimostri anche che tipo di scelta hai fatto. 

Il buon senso ci permette di fare valutazioni sulla convenienza o meno di certe decisioni, ci può aiutare a stabilire il prezzo che siamo disposti a pagare in relazione alla qualità che otteniamo, riportandoci così al nostro obiettivo finale: “Non voglio più metterci le mani.”

Lo scovolo salvagronde Italgam si annovera tra i prodotti Premium, viene fabbricato in Italia, non appartiene quindi alla categoria dei prodotti importati. Possiamo pertanto permetterci di proporre una garanzia pluriennale senza nulla temere.

1) L’anima è in acciaio inox da 1,2mm che non arrugginisce e non ossida come il semplice fil di ferro.

2) Le setole sono in Polipropilene con diametro da 0,80mm e con trattamento anti-UV, pertanto non cristallizzano col tempo a causa dei raggi solari.

 

Un prodotto di qualità Premium è un investimento negli anni!

Pubblicato il Lascia un commento

Dissuasori per piccioni

In questa pagina cerchiamo di elencare i più comuni dissuasori per piccioni esistenti in commercio

I piccioni come sappiamo, vengono spesso considerati un vero flagello urbano.

Le loro feci, il cosiddetto guano, oltre ad essere acido e quindi corrosivo per marmi e metalli, spesso è portatore di agenti patogeni, pericolosi sia per gli umani che per gli animali domestici.

I piccioni, detti anche colombi, scelgono i centri abitati come loro abituale dimora, perché più caldi, ricchi di cibo grazie alla spazzatura e, paradossalmente più sicuri, dal momento che in città è inibita la caccia.

Quindi una vera pacchia… per loro!

Allontanare i piccioni dalle città e dai loro luoghi di posizionamento preferiti, come balconi, cornicioni, tetti, sottotetti o monumenti, non è certamente impresa facile. I metodi attualmente utilizzati sono molteplici, alcuni più o meno efficaci di altri. 

Acquista gli scovoli salvagronde & barriera per fotovoltaico

 

Quali sono i migliori dissuasori per piccioni?

Dissuasori per piccioni - spuntoni metallici

      • I più comuni sono senz’altro gli spuntoni metallici, si tratta di strisce metalliche lunghe un metro cadauna che vanno applicate con silicone, viti o tasselli su superfici piatte.

      • Ci sono anche spuntoni in materiale plastico, ma più morbidi e meno resistenti dei primi, ma che si adattano meglio a curvature o irregolarità delle superfici ove applicarli.

      • Poi esistono i dissuasori ad ultrasuoni e si dividono in: dissuasori ad ultrasuoni elettrici, dissuasori ad ultrasuoni a batteria e dissuasori ad ultrasuoni ad energia solare. Purtroppo gli ultrasuoni non funzionano sempre, hanno una portata limitata, l’ultrasuono rimbalza sulle superfici dure e in genere, soprattutto all’aperto, gli animali ci si abituano, oltre al fatto che la città è già di per sé rumorosa.

      • dissuasori visivi invece consistono in sagome di uccelli predatori, come falchi o gufi. Ce ne sono di fatti veramente bene, addirittura con la testa semovente. Ma per quanto l’intelligentissimo piccione cadrà nel tranello?

      • Con lo stesso concetto esistono i dissuasori sonori, praticamente riproducono fedelmente il verso delle aquile o dei falchi, attraverso degli altoparlanti posti generalmente nei sottotetti, con buona pace vostra e anche dei vicini che, dovranno sopportarne il fischio acuto, ma che saranno finalmente liberi dai piccioni.

Dissuasori piccioni - Cornice danneggiato dai piccioni

  • Per quanto riguarda le grondaie di casa, un ottimo sistema è lo scovolo salvagronde, il quale, una volta posizionato lungo i canali di gronda, non permette ai volatili né tantomeno ai piccioni di poggiarsi o di farvi il nido dentro. Generalmente gli uccelli riescono a poggiarsi anche sui cactus, ma per farlo hanno necessariamente bisogno di una superficie stabile che li sorregga, e lo scovolo con le sue setole, non offre assolutamente stabilità né punto di appoggio.

  • Ultimamente si vendono anche impianti di dissuasione con cavi metallici a doppio binario elettrificati. Questi emettono una leggera scossa ogni circa 30 secondi, l’uccello che si poggia su di essi non rimane folgorato ma certamente infastidito dall’esperienza. Tali impianti vengono montati da ditte specializzate che forniscono anche tutta l’attrezzatura occorrente.

  • Poi esistono vari accorgimenti più o meno casalinghi, come: le striscioline di carta stagnola svolazzanti o i vecchi cd appesi a fili, quasi a non farci mai dimenticare le feste natalizie. Alcuni utilizzano anche il borotalco, il pepe o la polvere di peperoncino come repellenti, ma porrei un serio dubbio sulla reale validità di certi metodi.

  • Per ultimo, anche come possibile scelta, ci sarebbero i veleni, ma a nostro parere non vanno nemmeno presi in considerazione, per ovvie ragioni.

Pubblicato il Lascia un commento

Pulizia grondaie – Costi

 

 Pulizia grondaie, a quale costo?

La pulizia delle grondaie da foglie e guano di volatili è un’operazione gravosa in termini di costo e di rischi. Lo scovolo salvagronde, oltre a fermare il fogliame, è un ottimo dissuasore per piccioni nelle gronde.

 La pulizia delle grondaie è un’operazione che andrebbe effettuata in maniera periodica e programmata per non doversi trovare in un brutto momento a dover sostituire la gronda stessa o, peggio, dover intervenire sui muri con opere molto invasive per disostruire discendenti occlusi completamente: all’incirca ogni 6/12 mesi, ma ciò dipende dalla presenza o  meno di piante arboree ad alto fusto nelle vicinanze, o dalla presenza di cattivi coinquilini come piccioni e colombi che imbrattano in brevissimo tempo i canali con il loro guano (lo scovolo risulta essere tra i migliori dissuasori per piccioni). Un altro aspetto che influisce significativamente sul costo degli interventi è l’accessibilità alle gronde. Gli aspetti più critici sono determinati dall’altezza e dalla disponibilità di uno spazio sufficientemente ampio per porre macchinari come piattaforme aeree o trabattelli sotto le grondaie. Tali attrezzature in genere hanno un costo a parte rispetto all’opera di pulitura, e vengono noleggiate con tariffe giornaliere. Chiaramente una ditta specializzata nella pulitura vi proporrà un pacchetto “tutto compreso”.

Se non fosse possibile accedere dal basso con le suddette attrezzature, ci sono anche ditte specializzate in edilizia acrobatica che operano in tutta Italia. Ultimo aspetto che influirà sul preventivo è chiaramente la lunghezza in metri lineari della gronda da ripulire. Per tutte queste ragioni è difficile stabilire un costo standard, comunque possiamo dire che i prezzi in genere oscillano dai 200 ai 500 euro, escluso ovviamente grossi condomini. Si può anche optare per una sorta di abbonamento con interventi periodici.

Lo scovolo salva gronde Italgam allunga enormemente queste tempistiche, arrivando spesso ad evitarne tali costosi interventi addirittura per sempre! Clicca sopra su “Vedi le offerte” per scoprire di cosa si tratta.

Pubblicato il Lascia un commento

Emergenza piccioni!

 I piccioni che colonizzano le nostre città molto spesso scelgono luoghi impropri per nidificare. Magari per loro saranno anche giacigli perfetti, ma si tratta quasi sempre delle grondaie delle case in cui viviamo.

 

 Il piccione è portatore di circa 60 malattie, alcune delle quali mortali, contagiose per l’uomo e per gli animali domestici, i cui agenti patogeni vengono trovati nei loro escrementi. Citiamo solo alcune tra le più comuni e pericolose: Salmonellosi, Criptococcosi, Istoplasmosi, Ornitosi, Aspergillosi, Candidosi, Clamidosi, Coccidiosi, Encefalite, Tubercolosi, ecc.

 

Oltre a fare rumore giorno e notte i piccioni e i colombi che frequentano l’incavo accogliente delle grondaie sporcano e rendono inospitali e antigieniche le abitazioni, spargendo guano e contaminando con parassiti molto pericolosi gli ambienti in cui viviamo e che crediamo essere sicuri. Infatti il guano di piccione è il vettore ideale per tantissime patologie potenzialmente molto pericolose per gli umani e per gli animali domestici.

Gli agenti patogeni di queste malattie vengono trovati negli escrementi dei piccioni. Non è necessario il contatto diretto: il vento, gli aspiratori, i ventilatori possono trasportare la polvere infetta delle deiezioni secche negli appartamenti, nei ristoranti, negli uffici, negli ospedali, nelle scuole, ecc., contaminando gli alimenti, gli utensili da cucina, la biancheria, ed innescando i processi infettivi.

Associata alle colonie di volatili, c’è sempre la presenza dei loro ectoparassiti, in particolare pulci, cimici, zecche (zecca molle del piccione – argas reflexus -) ed acari, che spesso causano forti infestazioni all’interno di edifici ove sono posti i nidi, soprattutto all’interno dei sottotetti. Questa è una fonte di seri problemi igienico-sanitari, essendo questi insetti a loro volta vettori di gravi malattie infettive ed anche potenziali parassiti per l’uomo. Solai lordati dai loro escrementi, guano e carcasse contaminano pericolosamente l’ambiente. Inoltre gli escrementi di questi volatili hanno anche un alto potere corrosivo che mette in pericolo la permeabilità e la durata dei materiali che intaccano.

 

Metodo per allontanare i piccioni

Premesso che non è impresa semplice scacciare i piccioni dal tetto, esistono vari metodi per tentare di combattere l’infestazione da piccioni, purtroppo non sempre efficaci, lo scovolo salva gronde ITALGAM è il più innovativo dei rimedi NON CRUENTI per allontanare i piccioni; nonché quello di più semplice utilizzo.

Lo scovolo risulta essere davvero efficace dal momento che i piccioni, semplicemente, non potendo poggiare più le zampette a causa delle setole molto irte che occupano l’intero incavo delle gronde, scelgono altri luoghi dove posarsi, perdendo in breve anche l’abitudine a bazzicare la nostra casa. Ovviamente lo scovolo non limita minimamente il deflusso delle acque, anche in caso di forti rovesci.

 

Al di là di ogni convincimento, i nostri migliori referenti riguardo l’utilizzo ed il buon risultato ottenuto con lo scovolo salva gronde ITALGAM, oltre le centinaia di clienti assolutamente soddisfatti, sono: il Comune di Piacenza ed il Comune di Torino, che lo hanno acquistato per le grondaie delle scuole materne comunali.

Pubblicato il Lascia un commento

…ma oltre lo scovolo?

Materiali alternativi allo scovolo Italgam

Ovviamente esistono altri sistemi per proteggere le grondaie dall’accumulo di sporcizia, facciamo una breve carrellata valutando i pro e i contro.

Ma…oltre lo scovolo?

VEDI LE OFFERTE

Ovviamente esistono altri sistemi per proteggere le grond

aie dall’accumulo di sporcizia, facciamo una breve carrellata valutando i pro e i contro.

SPUGNE

QuellI mostrati sono sistemi a spugna, si applicano incastrandoli, ove possibile, nella piega della grondaia.

Pro:Contro:
1) Impediscono il passaggio anche alle particelle più piccole come la terriglia o sassolini1) Si intasano velocemente a causa del loro caratteristico sistema alveolare
2) Costo basso, al pari dello  scovolo2) In caso di temporali lasciano passare una minor quantità d’acqua
 

3) Maggior tempo per il  montaggio e complicato da mantenere in sede

4) Va pulito costantemente

RETINE

 

Questi invece sono i sistemi a rete. Vanno necessariamente fissati in qualche modo alla gronda.

Pro:Contro:
1) Impediscono il passaggio anche alle particelle piccole come i sassolini1) Posa in opera molto più laboriosa e, se compiuta da terzi, con costi importanti
2) Costo basso, al pari dello  scovolo2) Lasciano passare una minor quantità d’acqua. Nel caso di forti temporali l’acqua tende a scivolargli sopra
 

3) Il tipo metallico nel tempo si ossida

4) Vengono generalmente coperti dalle foglie o dagli aghi di pino